#1 SPECIALE Musica Italiana: Sogna ragazzo sogna by R. Vecchioni

Lo speciale di Aprile è qualcosa di veramente particolare! L'argomento è la musica italiana, ma piuttosto che fare un post in cui spiego un po' cos'è per me, i cantanti che ascolto, ecc. ho preferito parlare della musica con la musica, fare quindi delle recensioni di album italiani. Inizio con questa, per poi procedere con altre, non vi anticipo di quali cantanti, ma avviso subito che non prenderò in esame Fabrizio De André perché i suoi testi richiedono un esame molto attento che per adesso non ho tempo di fare (poi penso di fare uno speciale solo su di lui, un giorno), Lucio Battisti perché non sono riuscita a scegliere un album specifico, né i cantanti italiani di cui ho già esaminato album come Adriano Celentano o Riccardo Cocciante. Inoltre lo speciale è di Aprile, ma essendo costituito da più post potrebbe protrarsi anche per il mese successivo, dipende. Ovviamente le recensioni non saranno tutte positive per elogiare la musica italiana, lo scopo di questo speciale è solamente farla conoscere, non farla apprezzare per forza: sarò al massimo obiettiva. Forse in futuro farò un semplice articolo sui cantautori italiani, per adesso mi dedico a questo.
Il primo album che prendo in esame è di Roberto Vecchioni e si chiama Sogna ragazzo sogna. Spero vivamente possa, almeno un po', incuriosirvi verso la musica italiana.
Sogna ragazzo sogna: ★★★★★ Ritmo particolare ed una musica che cattura subito fanno da contorto ad un meraviglioso testo, a delle parole di coraggio, speranza, voglia di vivere e forza, che tutti i giovani perdono non sapendo di doverla avere assolutamente.
Sogna, ragazzo, sogna,
ti ho lasciato un foglio sulla scrivania,
manca solo un verso a quella poesia,
puoi finirla tu.
Vorrei essere tua madre: ★★★☆☆ La musica di questo brano è molto semplice e rilassante. Ho trovato molto bello il paragone tra l'amore di una madre, il più grande ed incondizionato per eccellenza e l'amore di un uomo per una donna. Il testo mi piace molto, è una sorta di poesia, in generale si tratta di un bel lavoro, nonostante il tipo di "storia" non sia tra i miei preferiti.
Per entrare insieme
Nel poema del silenzio
Dove tu sei tutto quello che sento.
Vedrai: ★★☆☆☆ Inizialmente mi era sembrata molto originale soprattutto come musica, ma alla fine per quanto abbia apprezzato le varie rime del testo, non mi piace molto. E' piuttosto banale come senso e non riesce a prendere come ritmo.
Canzone per Alda Merini: ★★★☆☆ [2.5/5] Premetto che non conosco bene la figura di Alda Merini, o meglio so chi è ma ho letto solo qualche sua poesia; ne conosco vita e stile. Di questa canzone mi ha colpito il testo, ma per niente la musica. Le parole sono intensissime, il problema è che non sono supportate da una grande melodia, da qualcosa di particolare.
I commedianti: ★★★★☆ Una grande intensità caratterizza la musica iniziale così come tutto il brano proseguendo. Il punto di forza è il testo, una storia, un'emozione. Sicuramente tocca profondamente l'ascoltatore, una bellissima canzone.
Perché dovevo scegliere
Fra dividere il cuore e fuggire con loro,
che nascondevano il tempo in una sera infinita
a beffare il destino e a inventare la vita.
Alamo: ★☆☆☆☆ Molto movimentata e la cui musica trascina all'inizio, poi si va perdendo nella monotonia. Diciamo che il testo mi piace ancora meno, ha sicuramente una sua unicità, la storia è raccontata molto bene, ma preferisco altri generi di canzoni.
Incubi ricorrenti del sognatore Olsen: ★★★☆☆ Le parole di questo brano lasciano spazio a tante sfaccettature ed interpretazioni e quindi incuriosiscono. Invece la musica è abbastanza sentita, non parlo di motivo assolutamente, intendo dire che secondo me non è molto originale e fin troppo semplice. In alcune parti più che cantare Vecchioni parla e pur essendo questo normale per il genere del cantante, essendo questo passaggio un po' troppo immediato, dà un po' fastidio.
Ho sognato di vivere: ★★★☆☆ Particolare fin dal titolo, il testo è sicuramente un'idea geniale e tocca molto, il problema è che la musica è troppo lenta. Di solito anche quando si tratta di una canzone lenta, non ci si sente turbati da questo perché riesce a rilassare e non ad annoiare, ma ci vuole una musica, a parer mio, veramente bella. In questo caso, la trovo un po' troppo ripetitiva. Merita più per le parole che per il resto.
Ritratto di signora in raso rosa: ★★★☆☆ Mi piace moltissimo questo paragone che è tutta la canzone. Il è testo dolce e a tratti duro ed anche il pianoforte della musica è rilassante e da solo riesce a "costruire" tutto. Come per la precedente, penso che le parole siano veramente bellissime e che da sole valgano tutto.
E' più difficile spostare l'esistenza un po' più giù del cielo e diventare un uomo, per te.
Il più grande spettacolo del mondo: ★★★☆☆ [3.5/5] Originale e molto divertente. La musica è particolare e il testo mi piace molto. L'idea è ancora una volta secondo me ottima e la canzone in generale trasmette grande gioia di vivere e voglia di fare.
Sogna ragazzo sogna (album): Per quanto riguarda i testi, dovrei dare non so quante stelle, ma si tratta di un album musicale e non di una raccolta di testi poetici. Diciamo che manca più un'elaborazione in fatto di melodia, a cui sopperiscono appunto le ottime parole. Ogni brano è sicuramente piacevole da ascoltare per un motivo o per un altro. ★★★☆☆

#1 SPECIALE Musica Italiana, reviewed by Silvia Argento ©

Commenti