The Heart of Everything by Within Temptation

Una delle mie prime recensioni di album è stata quella di un album dei Within Temptation, una delle mie band preferite. Dopo molto tempo ho deciso di ritornare a parlare di loro e non con un album qualsiasi, ma con quello che per me è il loro album migliore, dal titolo The heart of everything.
The Howling: ★★★★★ Mi è sempre piaciuto moltissimo il videoclip di questo brano, ma ovviamente io devo valutarne musica e testo. Le parole mi sono sempre piaciute perché creano un'atmosfera che del resto è la solita dei Within Temptation: inquietante e suggestiva e sicuramente emoziona molto; poi essa sposata al ritmo molto movimentato ed alla musica sicuramente viene valorizzata. E' una delle canzoni dell'album in cui la voce di Sharon è messa a dura prova, prova che supera brillantemente. Adoro il fatto che inizi con calma e poi esploda, cosa che comunque è tipica del genere.
Il sole sta sorgendo
Gli strilli sono finiti
Troppi sono caduti
Pochi ancora si difendono
E' questa la fine
Di ciò che abbiamo cominciato?
Ci ricorderemo
Cosa abbiamo sbagliato?
What Have You Done: ★★☆☆☆ [2.5/5] Non mi fa impazzire Keith Caputo, non ha chissà che voce, ma diciamo che il duetto rende abbastanza bene. La canzone è apprezzabile più per il testo che per la musica, che è infatti piuttosto banale.
Frozen: ★★★★★ E' una delle mie canzoni preferite in assoluto. Trovo sia meravigliosa. Innanzitutto per la storia, raccontata mirabilmente dal testo le cui parole sono molto emozionanti, ma anche per la musica. Penso sia molto originale ed intensa, mi piace tantissimo.
Our Solemn Hour: ★★★☆☆ [3.5/5] Sicuramente originalissima, ma non mi piace per niente il testo. A lungo andare poi la canzone in sé almeno a me stanca un po', la si apprezza le prime volte e dopo risulta già piuttosto monotona.
The Heart of Everything: ★★★★★ Secondo me è veramente bellissima. Sia per il messaggio che contiene, quindi le parole, sia per la melodia. Ogni volta che la ascolto mi dà forti emozioni e mi carica molto, è come un inno alla vita secondo me. Inoltre trovo che la musica sia molto particolare.
Hand of Sorrow: ★★★★★ E' meravigliosa. Adoro l'inizio con il pianoforte, poi i violini e il momento in cui aumenta ancora di più l'energia e diventa più movimentata, insomma piano piano diventa sempre più bella. Il testo mi ha sempre toccato profondamente, ed anche la musica mi piace tantissimo, soprattutto per il piano.
The Cross: ★★★☆☆ [3.5/5] Il testo di questa canzone non mi è mai stato molto chiaro, voglio dire che è piuttosto oscuro, particolare e forse proprio per questo apprezzabile. Gli si può attribuire un significato soggettivo a seconda dai nostri tormenti interiori, questa è la bellezza di molti testi di questa band. Per quanto riguarda la musica, anche stavolta penso sia molto originale ed è molto piacevole soprattutto nelle pause unicamente strumentali.
Final Destination: ★★☆☆☆ L'inizio mi emoziona tantissimo, sembra quasi rilassare e subito dopo inizia la chitarra che invece sorprende e dà subito un fortissima carica ed altrettanta emozione. L'unica cosa è che non mi piace proprio l'effetto sulla voce di Sharon, e diciamo che questo brano sembra quasi una brutta copia di The heart of everything nel ritornello. Le parole mi piacciono abbastanza, anche se sono ben lontane da altri capolavori di intensità di questa band. E' una canzone discreta, ma non molto originale.
All I Need: ★★★★★ E' un'altra delle mie preferite. La musica è bellissima, rilassante e particolare; le parole sono molto toccanti, mi ci rivedo per certi versi, trasmettono varie sensazioni: tristezza, gioia, nostalgia. In generale si può dire che ha tutto: una storia, un testo originale, una bella melodia, insomma è veramente un'ottima canzone. L'inizio con la chitarra è uno dei più belli che io abbia sentito, perché "cattura" subito chi ascolta.
Cerco in ogni modo di calmare il mio respiro
Oh, perché non imparo mai?
Ho perso tutta la mia fiducia,
Benché abbia di certo provato a cambiare le cose
Riesci ancora vedere il mio cuore?
Tutta la mia agonia svanisce
Quando mi stringi nel tuo abbraccio
The Truth Beneath the Rose: ★★☆☆☆ Trovo sia eccessivamente lunga, nel senso che sarebbe veramente potuta finire prima. Comunque la musica è piacevole ed emoziona abbastanza, ho apprezzato soprattutto l'assolo di chitarra ed i cori. Anche il testo mi piace, però a lungo andare la canzone stanca, sia per la lunghezza, sia per il ritornello non molto orecchiabile, inoltre l'eccessivo uso del falsetto da parte di Sharon dà un po' fastidio, almeno a me.
Forgiven: ★★★★★ Le ballad sono una delle cose più lodate di questa band, e a ragion veduta. Questa bellissima canzone è tristissima, toccante, la voce di Sharon qui è dolcissima, e quindi sicuramente è ben lontana da canzoni come The Cross, forti ed energiche, ma è più introspettiva ed intensa. Il testo è semplice ma secondo me molto bello e la melodia è piacevolissima, rilassa e coinvolge molto.
The Heart of Everything (album): Ogni canzone in quest'album, quale più quale meno, emoziona chi la ascolta. In un modo o nell'altro la band riesce a coinvolgerti ed a trasportarti in un altro mondo per tutto il tempo in cui ascolti la loro musica, che è veramente meravigliosa, ed anche le parole sono spesso intense e toccanti. La capacità di creare atmosfere di grande originalità ed anche di costruire, magari con poco, canzoni veramente particolari, è sicuramente da lodare in questa band che mostra in questo album come in altri, proprio queste qualità. ★★★★★

The Heart of Everything by Within Temptation, reviewed by Silvia Argento ©

Commenti