[NOVEMBER 2014] Quotes of the month.

Anche questo mese sta per finire, quindi ecco le citazioni che lo descrivono. E' stato piacevole e pieno di novità per me, anche se di fatica e studio.
1. Dalla serie tv "Doctor Who":
Sono abbastanza vecchio per sapere che una vita più lunga, non è sempre la migliore. Alla fine, diventi solo stanco; stanco della lotta, stanco di perdere tutti quelli che contano per te, stanco di guardare tutto ciò che ami tramutarsi in polvere. Se si vive abbastanza a lungo, l'unica certezza che hai è che finirai da solo.
2. Di Pier Paolo Pasolini:
Con un’altra luce mi sveglio a piangere i giorni che volano via come ombre.
3. Dalla serie tv "Doctor Who":
Perché non hai bisogno di possedere l'universo, solo di vederlo.
4. Da "La noia" di Moravia:
Per cui, muto, apatico e ottuso, mi pareva di essere murato vivo dentro me stesso, come dentro una prigione ermetica e soffocante.
5. Da "Amleto" di Shakespeare:
Che capolavoro è l'uomo. Così nobile nella ragione, così infinito nelle facoltà. E per forma e moto così perfetto e ammirevole. E nell'azione così simile a un angelo, e a un Dio nell'intelletto. Lui, la bellezza del mondo, il paragone degli animali... però cosa è per me questa quintessenza di polvere?
6. Di Oscar Wilde:
A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio.
7. Di Menandro:
Che bella cosa è l’uomo, purché sappia comportarsi come un uomo.
8. Di Damon Salvatore:
Mi dispiace, okay? Ho avuto un momento di debolezza. E' la mia peculiarità.
9. Da "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde:
Vice and virtue are to the artist materials for an art.
10. Di Terenzio:
Sono un uomo, non reputo a me estraneo nulla di umano.

Commenti