Ghost Stories by Coldplay

Oggi recensisco l'ultimo album uscito dei Coldplay. Ho già avuto il piacere di recensire un album di questa band (X & Y), ma stavolta tocca a Ghost Stories.
Always in My Head: ★★★☆☆ Sicuramente una canzone in perfetto stile Coldplay: rilassante, intensa, semplice ma anche molto particolare proprio per la sua capacità di far riflettere e rilassare. La musica è appunto molto piacevole, tuttavia il testo non mi piace molto perché è abbastanza banale. La canzone poi è troppo breve secondo me.
Magic: ★★★★★ La prima volta che ho ascoltato questo brano non mi ha fatto impazzire. Anzi, lo trovavo un po' ripetitivo. Tuttavia, visto che lo mettono ovunque in radio da un sacco di tempo, mi sono dovuta ricredere. La musica è ancora una volta semplice, ma anche stavolta rilassa, è piacevolissima, ed il punto forte sicuramente è la capacità di creare all'interno dell'ascoltatore una grande serenità semplicemente con la ripetizione di una parola. Non si può fare a meno di muoversi ascoltandola. Come testo ancora una volta non abbiamo chissà quale capolavoro alla Fix You, tuttavia penso che la musica compensi molto.
Ink: ★☆☆☆☆ Non mi piace molto. Il ritmo è piuttosto banale, la melodia è quasi fastidioso, il testo è banalissimo. Penso non abbia note positive in realtà.
True Love: ★☆☆☆☆ Penso sia più o meno come la prima con la differenza che è un po' più piacevole da ascoltare. Il testo è troppo stucchevole, è una canzone un po' "commercialotta", diciamo.
Midnight: ★★★☆☆ Il fatto che la voce inizi così all'improvviso mi ha fatto prendere un colpo la prima volta che l'ho ascoltata ed anche le volte successive. Direi che è una cosa molto originale. Subito la canzone assume quasi la struttura di un climax, infatti come moltissimi lavori di questa band si sa che esploderà alla fine, e così succede. Penso sia estremamente bella da ascoltare perché riesce a trasportarti quasi in un'altra dimensione con la musica ed il testo risulta essere meno banale di alcuni precedenti. Lo stile secondo me in questo brano si avvicina un po' a quello dei Radiohead.
Nel buio prima dell'alba
lascia una luce, una luce accesa
Another's Arms: ★★★☆☆ Un vero salto di qualità rispetto alla precedenti. Mi piace molto il ritmo, che aggiunge più energia, adoro il coro quasi lirico ed anche le parole non sono male. Alla fine quando c'è tutta la parte strumentale forse avrei gestito meglio i suoni, perché la musica poteva essere migliore. Mi piace l'idea che stavolta vocalmente vi siano più note basse e non si basi tutto sul falsetto come spesso succede e la fine fatta a "stacco improvviso", seppur abbastanza ovvia, risulta qui essere azzeccatissima.
Oceans: ★☆☆☆☆ Non mi piace affatto, la trovo simile a quelle a cui ho dato la valutazione di una stella su cinque per quanto riguarda le mie impressioni. Penso sia una canzone noiosa come ritmo, tuttavia il testo è molto bello ed è per questo che si è guadagnata un mezzo punto.
Devi trovare te stesso da solo nel vortice
Devi ritrovare te stesso da solo
A Sky Full of Stars: ★★★★★ Penso sia una canzone molto bella. Innanzitutto perché il testo pur avendo delle parti che non mi piacciono costituite da frasi banali, si fa apprezzare per alcuni momenti ed alcuni collegamenti molto originali. Invece la musica è piacevolissima e trascina molto chi ascolta.
O: ★★☆☆☆ Abbastanza lenta, ma abbastanza rilassante per la melodia. Poi le parole mi piacciono molto.
Ghost Stories: ★★★☆☆ Mi avevano detto che l'album era un po' banale e ora posso dire che in parte avevano ragione. Dico solo in parte perché ci sono delle ottime canzoni a cui ho dato addirittura cinque stelle, il problema è che sono solo due. Penso che i Coldplay siano un'ottima band, ma sicuramente questo non è il loro lavoro migliore.

Ghost Stories by Coldplay, reviewed by Silvia Argento ©

Commenti