The Vampire Diaries 4x14: DOWN THE RABBIT HOLE

Ho visto venerdì la 4x14, l'ultima puntata andata in onda di The Vampire Diaries e, come sempre, la vado a recensire.
ATTENZIONE SPOILER. Chiunque non avesse visto la 4x14, non vada oltre.
Bonnie: Ho davvero pensato fosse morta ad un certo punto e devo ammettere che la cosa mi aveva lasciato molto indifferente. Non ho molto da dire su di lei, semplicemente non ho ben capito come sia stato possibile che, senza che Bonnie morisse, Klaus fosse uscito. Ci sono cose sui poteri di Bonnie che non sappiamo oppure è l'ennesimo errore degli autori?
Shane: Si era capito che la sua follia era troppo inverosimile e che il suo accettare così, solo perché lo spirito di sua moglie glielo chiede, di uccidere tante persone e di liberare Silas fosse davvero strano. Silas lo ha inevitabilmente influenzato in qualche modo. Mi sarebbe piaciuto veder morire Shane in questo episodio, sì, lo so, sono cattiva, ma davvero, non lo tollero più.
Tyler: Non ha fatto niente di importante in questo episodio e si è visto poco, ma vorrei sottolineare che non ho apprezzato molto la recitazione di Trevino. E' comunque uno dei più "scarsi" del cast, per me, ma stavolta proprio mi è sembrato troppo freddo, specie nel dialogo d'addio con Caroline che necessitava di un grande pathos che solo Candice mi ha fatto sentire, lui no. Tornando al personaggio, adesso cosa farà? Non lo vedremo più? E' una domanda che mi sono posta più volte e secondo me non saremo costretti a rinunciare a Tyler (nonostante almeno da parte mia non sarebbe una perdita così grave). Non si è capito benissimo cosa intendesse fare Klaus, quindi possiamo solo aspettare.
Caroline: E' stata molto forte e coraggiosa, dolce e tenera a volte, ma neanche lei ha fatto niente di che in questo episodio, diciamolo, il centro di tutto era l'isola e queste scene erano solo di contorno.
Klaus: Boh, io Klaus continuo a non capirlo. O meglio, lo capisco, però non mi piace molto come stanno gestendo il suo personaggio. Io lo trovo fondamentalmente insensato, contradditorio, stupido e...pazzo, ma non quel genere di pazzia che ti piace e che contribuisce a rendere il personaggio più affascinante, bensì quella fastidiosa, che rende il personaggio confusionario ed incoerente creando confusione anche nello spettatore. Così è sempre Klaus, così è stato anche stavolta.
Jeremy: Beh, non posso dire non mi sia dispiaciuto. In parte me l'aspettavo, ma comunque è stata una brutta sorpresa, povero Little Gilbert! E' triste pensare che non tornerà e immagino il grande senso di colpa di Elena, la cura del resto era per lei. Non ho nient'altro da dire, insomma, in questa puntata Jeremy ha avuto la morte come fatto importante e per il resto basta! (LOL) Ah comunque, R.I.P.
Katherine: Okay, questione spinosa. Nonostante mezzo-web stia a dire che Katherine è così, che è egoista, stronza, che non le interessa di nessuno e che è questa la natura del personaggio, io penso che la natura di un personaggio sia importante fino ad un certo punto e di sicuro solo perché è la natura di Katherine allora lei è inodiabile. Insomma, io odio proprio la natura del personaggio. E' come Klaus, una cattiveria totalmente immotivata, io non ci credo alle cose del tipo "è fatta così", né nella vita reale, né in un telefilm. Per favore, anche Damon era fatto così ed è cambiato, non c'entra niente. Non aveva motivo di uccidere Jeremy, poteva portarci qualsiasi altro umano o fare solo bere il sangue a Silas senza far uccidere Jeremy. "Katherine è pazza, è fatta così", beh Katherine è insopportabile, insensata e stupida. Adoratela pure, io la penso così.
Rebekah: Devo ammettere che non mi aspettavo dicesse a Stefan la verità sulla cura, quindi ha fatto un bel gesto una volta tanto. Come al solito mi è indifferente, niente da dire, se non che vorrei informarla che Damon ha compiuto non una, ma moltissime altre azioni d'altruismo, non solo quella che lei ha visto, e che Damon E' buono, il problema è che è circondato da idioti (come Rebekah, lol).
Damon: E visto che prima parlavo di lui. Mi è piaciuto molto soprattutto nelle scene della tortura, sono come tutti i fan di Damon stanca che venga torturato sempre mentre Stefan soffre fisicamente ogni morte di Papa - o ogni dimissione di Papa per restare in tema d'attualità -, però il confronto fra lui e il cacciatore mi è piaciuto. Ancora una volta ha dato la prova del suo essere straordinario, perché non è un gesto da poco (l'ha capito anche Rebekah, wow!), arrendendosi quando ha sentito che non era il momento di insistere. Vorrei che anche Stefan fosse così, ma sono sempre più convinta che il Defan sia da una parte affetto incondizionato e profondo dall'altra un "tenerci" fortemente superficiale, non c'è neanche bisogno che io specifici a chi appartiene ognuna delle due parti.
Stefan: Ho trovato davvero assurdo che facesse scendere Elena al posto suo. Okay, doveva scendere Elena per creare la contrapposizione Elena-Katherine così che Jeremy venisse ucciso da Silas, ma logicamente Stefan non avrebbe mai fatto scendere lei da sola, sì ha aiutato suo fratello, ma avrebbe lasciato lì Elena dicendole di raggiungerlo poi. Per il resto credo che l'amicizia fra Stefan ed Elena sia impossibile, per quanto loro possano fingere, o stanno insieme come fidanzati oppure non si tollerano, ne abbiamo già avuto prova. Mi astengo dal parlare di Elena perché non ha fatto niente in questo episodio, se non perdere suo fratello, accidenti!
The Vampire Diaries 4x14: Down the rabbit hole: ★★★☆☆ Una puntata piena d'azione, che non mi ha annoiato affatto, ma che mi ha incollato davvero allo schermo. Ansia, colpi di scena, per cui voterei anche 4 stelle, ma ho trovato proprio tutti questi colpi di scena, le situazioni, ecc. un po' troppo confusionarie. L'apparizione di Katherine troppo immediata, la tortura di Damon, davvero insensata anche proprio come scopo del cacciatore, insomma non si è neanche capito molto perché lo torturasse o se si è capito non era un motivo valido, un Klaus che prima sembra irremovibile, poi è incavolato, poi è di nuovo umano, ecc. ecc., una confusione assurda su Silas e sul fatto che nessuno si curi di toglierselo di mezzo se non due persone e neanche, insomma, qualcosa che davvero non va. Inoltre, l'udito da vampiro di Elena che magicamente sparisce quando Stefan e Rebekah devono parlare, davvero troppe cose che non funzionano. Ma almeno ci siamo tolti quell'isola di mezzo e ne sono felice, voglio tornare a Mystic Falls!
Ci tengo a specificare che tutte le opinioni espresse qui sono soggettive e che quindi non voglio critiche che attacchino il mio pensiero o la mia persona, ognuno ha un'opinione ed un team, è questo il bello. Grazie.
The Vampire Diaries 4x14: DOWN THE RABBIT HOLE, reviewed by Silvia Argento ©

Commenti