The Final Countdown by Europe

Essendo oggi l'anniversario del blog, che appunto compie un anno, mi sembrava impossibile non postare qualcosa. E visto che il blog nasce soprattutto da un'esigenza di recensire ciò che mi va, il post è proprio una recensione di un album che contiene una canzone famosissima ed il cui titolo è adatto a tutte le polemiche che si sono fatte riguardo la fine del mondo prevista dal calendario Maya per il 21 Dicembre. Sto parlando del famosissimo album The Final Countdown di una celebre rock band, gli Europe.
The Final Countdown: ★★★★★♫ Non è facile recensire una canzone famosa come questa. Spesso quando si arriva al successo ed alla fama che ha un pezzo come questo, anche solo dicendo che piace si rischia di essere commerciali o poco originali. E' come "My heart will go on" per la musica pop, canzone che io adoro non come colonna sonora di un film di grandissimo successo, ma come melodia originale, testo stupendo e voce meravigliosa della splendida artista che è poi Céline Dion. Parlando di questo brano, io credo sia qualcosa di straordinario. Si merita tutto il successo che ha avuto, perché sin dall'inizio, quando si sente solo una sorta di eco, si percepisce un'emozione e poi ecco, la musica inizia, con un ritmo originalissimo fino a sentire la voce meravigliosa di Joey Tempest (che ne è anche il compositore), che per me è una delle migliori voci in assoluto. L'assolo è magnifico, il testo a qualcuno potrebbe sembrare banale, ma a me sembra originalissimo. La canzone è nel complesso un vero e proprio capolavoro.
Rock the night: ★★★★☆ Per me questa canzone è rock puro e si tratta ovviamente di un complimento. Già dall'inizio la chitarra e la batteria trasmettono un'energia grandiosa, per poi sentirsi la voce di Tempest che ho già commentato nella precedente canzone. Il testo nel complesso è senza dubbio semplice, però la musica compensa molto. La cosa più bella di questo brano è senza dubbio la chitarra elettrica che "esplode" soprattutto nell'assolo.
Carrie: ★★★★★ Ho adorato questa canzone al primo ascolto. Nulla a che vedere con le precedenti, troppo energiche e niente affatto romantiche, questa, è di una dolcezza unica, ma è una di quelle canzoni che riesce a trasmettere questa dolcezza senza ricorrere ad un testo banale, semplicemente con parole normali e per niente stucchevoli e con un pianoforte. A questo proposito, già dall'inizio il piano colpisce, almeno io sento come l'impulso di chiudere gli occhi quando sento quel piano e poi la voce di Tempest. E poi la canzone esplode con una batteria creando quasi un climax, dal semplice pianoforte arriva al grido "Caaaarrie" accompagnato anche da batteria e chitarra, quest'ultima emozionante anche nell'assolo. La cosa bella di questa canzone, cosa che si ritrova in molte altre e che personalmente è un "tocco" che apprezzo molto, è la ripetizione del testo e della melodia iniziali nella fine, si ripete dunque il piano con le stelle parole, fosse una canzone banale o che trasmette poche emozioni risulterebbe scontata anche questa cosa, eppure riesce veramente emozionante grazie appunto a dei pronostici magnifici. Ho già accennato alle parole, insomma, è straordinaria per me anche appunto per la non banalità del testo, veramente stupenda.
Danger On The Track: ★★★☆☆ Anche questa come "Rock the night" mi ha subito trasmesso una forte energia, nonostante il testo mi piaccia meno e nel complesso fra chitarra e batteria a volte risulti un po' pesante all'ascolto, mi piace molto soprattutto per il ritmo. Quando uno ha bisogno di energia può senza dubbio ascoltare questa canzone, non è paragonabile alle altre, ma è nel complesso niente male proprio per l'energia che trasmette grazie alla voce di Tempest ed alla chitarra, che è davvero stupenda in questo brano.
Ninja: ★★★☆☆ Stavamo parlando di chitarra? Beh, qui la chitarra è qualcosa di fantastico, specie in una parte all'inizio subito dopo il "oooh" di Tempest, per poi dare spazio appunto al testo vero e proprio. Devo essere sincera, non ho trovato una traduzione del testo di questa canzone, quindi ho capito qualcosa solo grazie alle mie capacità. Diciamo che come testo non mi entusiasma moltissimo, nel complesso la canzone è bella, soprattutto il ritornello e l'assolo mi piace davvero molto, però un po' come la precedente a volte è "pesante".
Cherokee: ★★★☆☆ Nonostante all'inizio il ritmo soprattutto mi abbia fatto piacere questa canzone, non mi sento di darle più di 3 stelle perché nel complesso non mi entusiasma più di tanto. E' senza dubbio bella, per usare un paragone un po' banale... se la sentissi alla radio la ascolterei, ecco e a volte mi ritrovo anche ad ascoltarla per il ritmo comunque originale, per la voce di Tempest e per l'assolo che ancora una volta mi piace molto, però preferisco ben altre canzoni specie degli Europe.
Time has come: ★★★★☆ Anche questa dall'inizio mi è piaciuta, soprattutto poi la chitarra, la voce di Tempest che si sente così presto e così intensamente e poi quell'esplosione della canzone con la batteria e la chitarra elettrica. Per non parlare dell'assolo, che è bellissimo! (non si è capito che mi piacciono gli assoli degli Europe, eh?). Non mi sento di darle un punteggio pieno per il testo che non mi dice molto e perché nel complesso non credo meriti 5 stelle.
Heart of Stone: ★★★★☆ Ormai si è capito che, almeno per me, negli Europe ciò che attira è la chitarra e devo dire che anche in questa canzone, specie in alcune sfumatura, mi piace molissimo. Anche l'assolo è degno delle precedenti canzoni, però com la precedente questa non merita 5 stelle, perché nel complesso non è da punteggio massimo.
On the loose: ★★☆☆☆ Non so perché ma all'inizio questa canzone mi trasmetteva come un senso di inquietudine, per i primi due secondi, cancellato poi ovviamente dalla chitarra elettrica e dal carattere movimentato del brano stesso. Non so perché ma questa canzone non mi colpisce come le altre, nonostante la natura del brano sia la stessa rispetto ai precedenti, ma nel complesso non mi piace molto.
Love chaser: ★★★★☆ Questa, un po' come la terzultima dell'album, risulta piacevole all'ascolto, seppur più calma rispetto ad altre canzoni di questo CD, mi piace molto il ritmo ed anche il testo non è male, una bella canzone.
The Final Countdown (album): ★★★★☆ E' un album famosissimo ma di cui secondo me è stata esaltata solo una canzone ingiustamente. The Final Countdown è indubbiamente la migliore dell'album ed anche una delle mie preferite in assoluto, però anche Carrie merita moltissimo ed anche molte altre canzoni di questo album che nel complesso per gli amanti del genere è davvero bello. Il pezzo forte di questo CD sono gli assolo: veramente belli ed originali, tutti! Sinceramente poche volte un assolo riesce ad emozionarmi, mi sembra di averli già risentiti, mentre in quest'album non avviene, almeno per la maggior parte delle canzoni. La voce di Tempest rende tutti i brani più intensi e veri, come ho già detto la ritengo una delle migliori in assoluto, ma soprattutto in questo album le sue qualità vengono evidenziate e la sua voce risulta straordinaria anche quando il testo non è molto originale o particolare come in The Final Countdown o toccante come in Carrie.

The Final Countdown by Europe, reviewed by Silvia Argento ©

Commenti