Ho cercato il tuo nome (The Lucky One)

Ho cercato il tuo nome (The Lucky One) è un libro di Nicholas Sparks, ieri ho visto al cinema il film tratto da questo libro e devo dire che mi ha molto colpito.
Racconta la storia di Logan, un ex marine interpretato da Zac Efron che sopravvive a ben 3 missioni in Iraq, secondo lui grazie ad una foto di una ragazza che ha trovato. Finita la terza ed ultima missione, ancora sconvolto ed influenzato psicologicamente dalla guerra, si mette alla ricerca di questa ragazza e comincia a lavorare nella fattoria di questa, che si chiama Elizabeth Green, interpretata da Taylor Schilling, ha un figlio di 8 anni che gioca a scacchi, suona il violino, ma ha paura di esibirsi davanti agli altri perché non si sente all'altezza anche a causa di suo padre, l'ex-marito di Beth, Kit che lo assilla e lo fa sentire inferiore, essendo un poliziotto molto influente e candidato alle elezioni, è un padre oppressivo per cui Benjamin (il bambino) farebbe qualsiasi cosa, arriva perfino a rompersi il naso per giocare bene una partita di baseball per rendere il padre fiero di sè.
In un primo tempo Beth si dimostra ostile nei confronti di Logan, in special modo non appena scopre che è un marine, infatti il fratello di Beth, Drake, è morto durante una missione, la cosa peggiore per Beth e sua nonna (con cui gestisce la fattoria) è il non sapere se Drake sia morto invano, in quanto le indagini dopo un anno ancora non hanno portato risposte. Logan, non apppena scopre tutte queste cose, consola Beth, i due si innamorano e si baciano, ma il loro idillio dura poco: Kit minaccia Beth di ottenere con la sua influenza la custodia di Ben, perciò Beth si ritrova con le spalle al muro. Dopo un po' trova però, grazie al sostegno di sua nonna, una signora molto saggia ed ingamba, il coraggio di ribellarsi a Kit che si arrende alla dura realtà, apparentemente. Beth e Logan fanno l'amore, sono felici, ma Kit scopre il motivo per cui Logan è venuto dal Colorado fino alla fattoria dei Green, cioè per trovare Beth ed ovviamente rivela tutto a lei. Le mostra la fotografia (che dietro ha scritto "Keep Safe") e la ragazza spiega che l'aveva data a Drake perché lo proteggesse. Litiga con Logan, lo caccia, ma prima che se ne vada, Ben, con cui ha legato molto e che è diventato oramai il suo migliore amico riuscendo perfino a farlo suonare in Chiesa davanti a molte persone, gli regala un libro sugli scacchi, poiché il bambino ha battuto il ragazzo tantissime volte.
Una sera, mentre Beth stanca e triste dopo quello che è successo cena con suo figlio e la nonna, bussa Kit che il pomeriggio di quello stesso giorno aveva provato ad uccidere Logan da ubriaco, per il senso di colpa si è redendo e va appunto a casa di Beth per ottenere il suo perdono, le chiede infatti se possono tornare ad essere una famiglia. La ragazza rifiuta, così Kit si mette alla ricerca di Ben per portarlo via con sè, il bambino scappa. La nonna avvisa Logan di seguire sia Kit che Beth che si sono messi a cercarlo, va verso la casa sull'albero (posto dove suona il violino o legge). Il tutto durante una tempesta, dettaglio fondamentale: prima di arrivare alla casa sull'albero, che è già instabile, c'è un ponte, a causa della pioggia questo cade con Kit e Ben che lo seguono, Logan riesce a salvare il bambino, ma Kit, rimasto con una gamba incastrata, muore a causa della casa dell'albero che gli cade addosso. Ancora una volta Logan sopravvive "grazie" ad una foto: in mezzo al libro regalatogli da Ben, Logan aveva trovato una foto di Ben con Drake, una volta che le acque si sono calmate, il ragazzo spiega ad Elizabeth che si tratta del Sergente Asso, morto per aiutare un suo compagno in difficoltà, quindi non è morto invano.
Dopo averle dato questa notizia Logan fa per andarsene, ma viene fermato da Beth. Il film si conclude con Logan, Ben e Beth sulla barca che Logan stesso ha riparato ed in cui prima passavano il tempo Beth, Drake e Ben.
Questo film mi è piaciuto tanto. Ha tutto: una storia d'amore, uno splendido significato, è piacevole, interessante e cattura chi lo guarda. Nel momento della tempesta ero assolutamente presa, ho quasi pianto, l'emozione è stata forte, un bel film. ★★★★☆
Devo dire che mi ha colpito molto anche l'intepretazione di Efron, l'ho sempre ritenuto un bravissimo attore, l'unica pecca sono tutte le ragazzine che gli sbavano attorno, ma secondo me ha molto talento anche perché è completo professionalmente in quanto sa ballare, cantare e recitare. ★★★★☆
Insomma, il film è ancora al cinema quindi se non sapete cosa andare a vedere mettetelo in cima alla vostra lista, è molto bello e piacevole!

Ho cercato il tuo nome (The Lucky One), reviewed by Silvia Argento ©

Commenti